TRILHO DAS AREIAS

Il Trilho das Areias è il cammino che collega Lisbona e Porto seguendo le spiagge. In merito a tale percorso non vi sono guide in commercio attualmente ma sono reperibili solo alcuni blog su internet. Noi abbiamo seguito le indicazioni riportate sul blog Camminando (www.camminando.eu), traduzione della guida di O’Luis do Freixo.

1) LISBONA-OEIRAS

DSCN7997

Il Cammino comincia dal Sé di Lisbona, si esce dalla città passando nella zona di Belém e poi si prosegue seguendo il mare. La tappa è semplice e tranquilla, quindi perfetta per iniziare! A Oeiras non è facile trovare un posto dove dormire quindi abbiamo deciso di tornare a Lisbona con il treno.

Noi abbiamo pernottato alla “Pensao Sao Joao da Praça” (in due € 39), si trova vicino all’inizio del cammino, è molto semplice, con bagno in comune. La signora che ci ha accolte è molto disponibile e gentile. Vicino alla torre di Belém vi consigliamo di assaggiare i pastéis de nata da “Pastéis de Belém”.

2) OEIRAS-GUINCHO

DSCN8006

Tornate con il treno ad Oeiras, siamo uscite dalla stazione camminando in direzione mare. Sulla strada c’era un panificio che fa anche servizio bar, ottime le brioches e prezzi contenuti. Raggiunto il mare si prosegue seguendo la costa, il sentiero è segnato con due strisce (una rossa e una bianca). A Cascais si lascia la costa per attraversare la città passando per le vie del centro, raggiunta la periferia, si imbocca la ciclovia che prosegue fino a Guincho seguendo l’oceano. Per raggiungere il campeggio, arrivati a Guincho, si sale a destra lungo una passerella in legno che attraversa il parco naturale.

DSCN8012

Abbiamo pernottato al “Camping Orbitur Guincho” (in due € 64) in bungalow, con bagni in comune, c’è una piscina grande ma affollata, il wifi funziona poco, c’è anche un piccolo supermercato nel bar. Prima di partire su internet avevamo letto che è stata fatta una convenzione nazionale che prevede un prezzo speciale per i pellegrini (5 € a testa) in tutti i campeggi Orbitur del Portogallo, ma il personale ci ha detto che non vale ad Agosto.

3) GUINCHO-PRAIA GRANDE-ERICEIRA (CON DEVIAZIONE A CABO DA ROCA)

DSCN8062

Partenza in salita fino a Malveira da Serra (circa 4 km), qui si trovano diverse surf house in cui si può dormire. Si prosegue sulla strada in direzione Cabo da Roca, poco prima di arrivare c’è un paesino con ristoranti e bar. Dopo averlo visitato siamo tornate sulla strada da cui siamo arrivate fino a quando sulla sinistra non si trova una strada sterrata che scende indicata con segni bianchi e rossi e gialli. Secondo le informazioni che avevamo sul percorso a Praia d’Adraga si prosegue per la spiaggia, ma i bagnini ci hanno detto che non è possibile. Abbiamo seguito il sentiero di sabbia prima della spiaggia che sale ripido a destra, che una volta arrivate in cima si trasforma in una stradina e ci porta a Praia Grande.

Arrivate al campeggio “Aldeia da Praia-Antiga Colonia de Ferias da CP” abbiamo chiesto un prezzo di favore e ci è stato proposto un bungalow (in due € 79) e l’unico ostello presente era al completo quindi abbiamo deciso di proseguire fino a Ericeira. Prima di ripartire abbiamo pranzato a Praia das Macas al ristorante “Sabres da Praia” ve lo consigliamo in quanto ha prezzi contenuti e il personale è molto gentile (ci hanno anche permesso di ricaricare il telefono).

La tappa successiva l’abbiamo fatta seguendo le mappe di google perché era già tardi e dovevamo fare altri 23 km.

DSCN8067

Abbiamo pernottato al “Aktion Ericeira Surf Hostel” in un bungalow (in due € 66 con colazione). Il posto è molto carino, è possibile cucinare e al suo interno c’è un bar (che vende anche alcuni alimentari). Vengono forniti piumino, asciugamani, sapone e il bagno è in comune. C’è una piccola piscina e il wifi funziona molto bene.

DSCN8073

4) ERICEIRA-SANTA CRUZ

DSCN8075

Per le maree e il forte vento non ci è stato possibile camminare sulla spiaggia quindi abbiamo seguito perlopiù il percorso della N-247.

A pochi chilometri dall’arrivo attratte dal profumo di pesce grigliata ci siamo fermate a mangiare alla “Churrasqueria da Silveira” (fa anche servizio take-away e ci sono sia piatti di carne che di pesce). Non abbiamo mai assaggiato sardine così buone! Sardinhas accompagnate da insalata mista e patate, una birra, una coca cola e un caffè a soli € 21,50!

20180810_133842.jpg

Abbiamo pernottato al “Santa Beach House” (in due € 36 con colazione) in una camera da 4 con letti a castello. C’è un bagno per ogni camera, è possibile usare la cucina e il wifi funziona bene. La proprietaria è molto gentile e disponibile, si è offerta di prepararci la colazione presto (in quanto di solito viene servita alle 8.30).

5) SANTA CRUZ-AREIA BRANCA

DSCN8084

Tappa faticosa! A Porto Novo fatta la deviazione a sinistra sulla strada sterrata (dopo la salita sulla N-247) è necessario procedere a intuito in quanto non è segnalato anche se è molto facile sbagliare e prendere non solo la deviazione per Porto Dinheiro ma anche quella per Praia do Valmitao.

DSCN8090

Abbiamo pernottato al “West Coast Surf Hostel” (in due € 40), in camera doppia con bagno in comune (ci sono le coperte e vengono forniti gli asciugamani). Il proprietario è molto disponibile e lascia il suo recapito per ogni evenienza. Il wifi funziona bene, è possibile usare la cucina. Per il carimbo (il sello) ci siamo rivolte alla “Pousada de Juventude” la quale ha prezzi simili all’ostello dove abbiamo alloggiato ma in camerate. Abbiamo cenato al “Caffè-Burger Golfinho.”

6) AREIA BRANCA-PENICHE

DSCN8109

Difficile individuare il sentiero per la discesa al Barranco de Paimogo. Dopo Paimogo manca l’indicazione di un sentiero quindi seguendo l’istinto abbiamo seguito la costa scendendo a Praia de Vale Pombas per il piccolo sentiero ripido e poi abbiamo camminato tra i campi fino a São Bernardino. Siamo scese alla Praia dos Frades dove si intravede un sentiero che sale e e lo abbiamo seguito fino ad arrivare alla spiaggia che precede Peniche. Qui è preferibile camminare vicino perché sulle dune è molto faticoso.

DSCN8110

Abbiamo pranzato alla “Pizzeria e Churrascheria Vò Dina”, prezzi contenuti e cibo buono. Abbiamo pernottato alla “Sleep Slot Guest house Peniche” in camera tripla con bagno in comune (la camera costava € 45,05), è gestito da due ragazzi giovani molto gentili, è possibile cucinare, vengono forniti gli asciugamani e il wifi funziona bene. Un pochino difficile il check-in.

DSCN8112.JPG

7) PENICHE-CALDAS DA RAINHA

Tappa non segnalata in quanto non si seguono i sentieri, se si vogliono usare le mappe di google consiglio di impostare come meta Lagoa di Obidos o Caldas da Rainha senza passare da Ferrel, noi abbiamo camminato sulla ciclovia fino a lì per poi utilizzare le mappe ma ci siamo perse ripetutamente nei boschi vicino al paese perché i sentieri non continuavano.

Abbiamo pernottato al “Residencial Central” in camera tripla con bagno privato (in due € 42,50), vengono forniti gli asciugamani. La struttura si trova in centro ma è molto vecchia.

8) CALDAS DA RAINHA-SAO MARTINO DO PORTO

DSCN8125

Tappa semplice su strada e piste di terra battuta. Abbiamo trascorso il pomeriggio alla spiaggia di Salir do Porto.

DSCN8126.JPG

Abbiamo dormito alla “Casa da Duna” in camera doppia con bagno privato (in due € 75 con colazione), vengono forniti gli asciugamani. È molto carino ma il check-in è alle 17 e non molto adatto per dei pellegrini (lo è più per una vacanza).

9) SAO MARTINO DO PORTO-NAZARÈ

dscn8134.jpg

Tappa impegnativa per via delle molte salite, si può scegliere se camminare sulla strada e su piste di terra oppure più in basso c’è un sentiero.

Schermata 2018-09-20 alle 22.35.53.png

Abbiamo pernottato alla “Vivenda Valverde” (in due € 46,75) in camera da due con bagno privato e balcone, vengono forniti gli asciugamani. Consigliassimo! È molto bello e il padrone è super disponibile e gentile, ci ha anche accompagnate in centro con la macchina! Wifi funzionante. Tutti i ristoranti lungo la spiaggia hanno menù simili a prezzi contenuti. Il carimbo si può fare solo al Tourist Office di Sitio.

10) NAZARÈ-SAO PEDRO DE MOEL

20180816_084421.jpg

Tappa tranquilla su ciclovia o su passerelle. Non si trovano molti bar eccetto quelli sulla spiaggia che però spesso aprono dopo le 10.

DSCN8140

Abbiamo pernottato al “Verde Pinho Hotel” (in due € 62 con colazione) in camera doppia con bagno privato. Hotel pulito e tranquillo. La colazione buona e abbondante, vengono forniti gli asciugamani, il wifi non funziona bene. Abbiamo mangiato al bar-ristorante “Iceberg” (sulla spiaggia), il servizio è lento e ha prezzi medio-alti.

11) SAO PEDRO DE MOEL-PEDROGAO

20180817_092200.jpg

Tappa su ciclovia o passerelle come quella precedente, alla lunga un po’ noiosa. Non ci sono bar sul percorso, ma è necessario raggiungere la spiaggia.

DSCN8142.JPG

Abbiamo pernottato al “Atlantico do Liz” (in due € 65 con colazione) in camera doppia con bagno privato e balcone, vengono forniti gli asciugamani. Wifi funzionante. Abbiamo mangiato allo snack-bar “o combinado” vicino all’hotel, carino, economico e molto buoni gli hamburger che abbiamo ordinato.

12) PEDROGAO-FIGUEIRA DA FOZ

20180818_144332.jpg

Prima parte della tappa tranquilla. Abbiamo pranzato al camping Orbitur di Gala dove si poteva scegliere tra due piatti unici, panini o pizza. Dopo il campeggio la strada è brutta in quanto bisogna camminare a lato dei due ponti, entrambi molto trafficati!

20180818_145702

Dopo il ponte Cardoso trovandoci sul lato sinistro abbiamo sceso delle scale che portavano a una strada tra alcuni capannoni per poi proseguire verso l’ostello.

DSCN8163.JPG

Abbiamo dormito al “Paintshop hostel” (in due € 60 con colazione) una in camera da 6 e l’altra in camera da 2 e bagni in comune. Wifi funzionante. Al suo interno c’è un bar ed è possibile utilizzare la cucina. Molto rumoroso in quanto i clienti sono quasi tutti ragazzi giovani che rientrano a tutte le ore della notte. Buona la colazione.

13) FIGUEIRA DA FOZ-QUIAIOS

DSCN8186.JPG

Uscite dall’ostello ci siamo dirette alla spiaggia che abbiamo costeggiato, nonostante nei riferimenti che avevamo dicevano di passare dentro al Cimpor-Portugal verso il faro, per poi uscire dopo la cava da un buco nella rete, in realtà non ci è stato permesso di passare. Siamo tornate all’incrocio precedente dove finisce la spiaggia e ci sono 3 strade (quella che va verso il Cimpor a sinistra, quella centrale è la n-109 e una strada ripida a destra). Noi abbiamo preso quest’ultima, poco trafficata che interseca poco dopo la n-109, qui consigliamo di seguire questa in quanto noi abbiamo preso la strada forestale che porta al faro e poi alla serra da Boa Viagem allungando la tappa di oltre 5 km con forti salite.

DSCN8173.JPG

Abbiamo pernottato al “ComVida Quiaios” (in due € 60 con colazione) in camera doppia con bagno privato, forniscono gli asciugamani. Vengono chiesti 10 € di cauzione poi restituiti al momento del check-out. Buona la colazione. Molto gentile e disponibile la signora della reception.

14) QUIAIOS-PRAIA DE MIRA

20180820_204245_LLS.jpg

Tappa lunga e noiosa, tutta sulla strada forestale. Non ci sono panchine, bar e ristoranti è necessario quindi comprare da mangiare e soprattutto da bere a Quiaios prima di partire. La strada è quasi tutta al sole.

DSCN8191.JPG

Abbiamo dormito al “Canadian Star” (in due € 60) in camera doppia con bagno privato, vengono forniti gli asciugamani. È possibile fare colazione a € 2,50.

15) PRAIA DE MIRA-AVEIRO

DSCN8232.JPG

Tappa lunga ma non faticosa. Arrivate ad Aveiro siamo andate con il bus a visitare Costa Nova, molto carino e grande spiaggia.

DSCN8207.JPGAbbiamo pernottato al “Hi Hostel Aveiro-Pousada de Juventude” (in due € 35,20 con colazione) in camera doppia con bagno in comune. Ci hanno consentito di anticipare la colazione alle 6 e 30, Wifi funzionante.

16) AVEIRO-OVAR

Uscite dall’ostello ci siamo dirette a Forte da Barra dove abbiamo preso il ferry-boat fino a San Jacinto, poi da lì si prosegue sempre dritto costeggiando il canale fino a Ovar.

DSCN8235.JPG

Abbiamo dormito al “Hi Hostel-Pousada de Juventude” (in due € 27,17 con colazione), in camera da 4 con letti a castello. Abbiamo mangiato al centro commerciale lì vicino in quanto il check-in è dalle 18 in poi. Wifi funzionante.

17) OVAR-ESPINHO

Tappa breve e semplice.

DSCN8237.JPG

Abbiamo pernottato al “Hi Hostel-Pousada de Juventude” (in due € 39,60 con colazione), in camera doppia con bagno privato, è possibile cucinare. Wifi funzionante. Se dormite qui ricordatevi di fare la spesa in quanto non c’è nulla vicino.

18) ESPINHO-PORTO

DSCN8333.JPG

Abbiamo seguito le strade interne, trovandoci lontane dalle spiagge, ci sono numerose salite non faticose. Siamo arrivate al Sè di Porto passando per il Ponte Luis I dove abbiamo fatto il carimbo, per poi dirigerci al “Refugio de peregrinos Senhora da Hora” dove abbiamo dormito.

DSCN8243

L’albergue è donativo, ha 20 posti (in più vengono piantate delle tende all’esterno) con bagno in comune. Ci sono cucina e lavatrice (3 €). Il wifi funziona bene. Poco distante dall’ostello c’è la fermata della metro “Senhora da Hora”. Potete fermarvi anche più di una notte (10 € l’una).

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...